Chiudi Home
Informazioni
Resoconti
Gruppi
Contatti
Extra
Links
Parrocchia di Paradiso

Parrocchia dello Spirito Santo di Paradiso

Parrocchia di Paradiso

Alcuni cenni storici

Il comune di Paradiso, chiamato una volta Calprino, fu sempre parte integrante della parrocchia di San Pietro Pambio, dalla nascita di quest'ultima nel 1472.

A quell'epoca risale probabilmente l'erezione in territorio di Fontana dell'oratorio di Sant'Eusebio, ancora esistente alla fine del Settecento ed in seguito demolito.

Da allora l'unico luogo di culto nel comune rimase l'oratorio della Geretta, una chiesina settecentesca ricca di memorie e tuttora cara e preziosa per la nostra comunità.

Ma negli ultimi tempi si faceva sempre più palpabile l'aspirazione ad una maggiore indipendenza.

Nel 2001 veniva inaugurata la chiesa dello Spirito Santo, che rispondeva meglio alle esigenze di una accresciuta popolazione.

Nel 2008 monsignor Pier Giacomo Grampa, vescovo di Lugano, istituiva la parrocchia di Paradiso con al centro la chiesa dello Spirito Santo.

La nuova parrocchia è indipendente sotto l'aspetto giuridico e finanziario, ma condivide il parroco ed il vicario con la parrocchia madre, con la quale costituisce una medesima unità pastorale.

All'animazione delle Sante Messe delle due comunità contribuisce in uguale misura il coro San Pietro Pambio, diretto dal maestro Andrea Schiavio.


La zona pastorale del San Salvatore

Il vescovo Pier Giacomo Grampa nel 2009 ha suddiviso la diocesi di Lugano in 26 zone pastorali, che raggruppano le 256 parrocchie del Ticino.

La zona pastorale non solo è uno strumento utile a coordinare le iniziative d'interesse comune, ma favorisce anche un maggior coinvolgimento ed una maggiore corresponsabilità nella gestione delle risorse.

La zona del San Salvatore, cui apparteniamo anche noi, comprende le parrocchie di Barbengo, Carabbia, Carona, Grancia, Melide, Morcote, Paradiso, San Pietro Pambio (Pambio-Noranco e Pazzallo), Vico Morcote.

Coordinatore ed animatore della nostra zona è stato designato don Nicola di Todaro, parroco di Paradiso e di San Pietro Pambio.

Il pellegrinaggio diocesano alla Madonna del Sasso è stato il primo passo per promuovere la collaborazione e la reciproca conoscenza fra le nostre comunità.

A partire da lì le iniziative comuni si sono moltiplicate al punto che ormai non si contano più.

×